La grinta c'è, ora serve il salto di qualità

12/10/2015

 

Si conclude con un'altra sconfitta l'avventura della Tenuta Carretta nella Champions League 2015 firmata Sportland. Una sconfitta, però, che fa intravedere qualche segno di miglioramento, soprattutto sotto il profilo dell'attenzione e della grinta, che fa ben sperare per l'attesissimo campionato Gazzetta che prenderà il via il prossimo 26 ottobre.

 

Opposta alla capolista del girone, la Tenuta Carretta si presenta con 3 assolute novità, o quasi: Paolo Lenzi, alla sua 2^ presenza ufficiale in maglia nero-verde, Daniele Petrazzini e Davide Medini, al loro esordio assoluto. Completano gli 8 convocati Lombella, Di Capua, Locatelli, Italia F. e Mileto. 

 

La Tenuta parte bene, quadrata e ottimamente disposta in campo nonostante le numerose defezioni: non a caso le prime 2 occasioni del match sono nostre, prima con Lenzi che di testa sfiora il gol su assist di Locatelli e poi ancora con quest'ultimo che da fuori impegna l'estermo difensore avversario, costretto in corner.

 

Al 12' però, nonostante la continua spinta della Tenuta, sono gli avversari a passare, sfruttando uno schema su punzione: palla sul primo palo, uomo solo davanti alla porta e gol dello 0-1. La Tenuta non sembra accusare il colpo e, qualche minuto dopo è ancora Locatelli a provare, senza fortuna, la sortita offensiva. A pochi minuti dall'intervallo, però, quando il risultato al riposo sembra non doversi sbloccare dallo 0-1, un errore tra Italia F. e Locatelli innesca la punta avversaria che porta a +2 il vantaggio.

 

L'intervallo permette ai ragazzi di rimettere le idee al loro posto, consci che, nonostante il passivo, sia stato giocato un buon primo tempo. E così, anche il gol dello 0-3 subito al 5' del secondo tempo non cambia gli equilibri. La Tenuta continua a provare a fare gioco e viene premiata al 7' con il gol su punizione di Mileto che, d'esperienza, coglie d'anticipo il portiere e sigla il momentaneo 1-3. La Tenuta, di lì a poco, avrebbe l'opportunità di accorciare ancora con Petrazzini, stoppato sul più bello al momento della conclusione. 

 

Fino al 20' la Tenuta prova con coraggio il tutto per tutto, sbilanciandosi anche più del dovuto e lasciando spazio ai contropiedi avversari: a 4' dal termine, su calcio di punizione, Lambrangeles chiude il match sorprendendo Lombella sul suo palo e, poi conferma il successo con la rete del definitivo 1-5.

 

Nonostante le 3 sconfitte nel primo torneo della stagione la cabala è dalla nostra: anche lo scorso anno, infatti, il Torneo di Apertura si era concluso con un 0 nella casella vittorie e pareggi, ma ciò non ha impedito ai ragazzi di raggiungere 3 semifinali ed una finale.

Le 2 settimane che ora mancano al via del campionato serviranno per completare la rosa e fare il tanto atteso salto di qualità, necessario per puntare a qualcosa di importante.

Please reload

SUPER OFFERTA

STEMMA
1999-2014

MAIN SPONSOR

STEMMA
2009