2 partite, 0 punti: una partenza in salita

31/10/2016

La Tenuta Carretta regala i primi minuti a Tettenham che li sfrutta alla grande. Sotto 0-3 i nero-verdi entrano in partita, ma non riescono a ribaltarla. Il finale è 1-5 per gli ospiti.

Seconda gara in casa e seconda sconfitta nelle prime 2 giornate di campionato. Se dopo il primo KO interno, però, la Tenuta Carretta poteva comunque sorridere, a seguito di una buonissima prestazione messa in mostra contro Peones, favoriti per la vittoria finale, questa volta lo 0 portato a casa nella casella punti fa male davvero. La sfida contro FC Tettenham, infatti, era di quelle da non sbagliare per poter muovere la classifica, ma così non è stato. Tra assenze, cinismo degli avversari, poca cattiveria e qualche svista arbitrale, dopo 100 minuti giocati la Tenuta Carretta è ancora ferma al palo.

 

PRIMO TEMPO I forfait dell’ultima ora di Niro e Bina non hanno certamente messo la gara sui binari più idonei per i padroni di casa che, tuttavia, con gli 8 uomini a disposizione di mister Galetti, avevano tutte le carte in regola per poter dire la loro sul campo. L’approccio alla gara, però, non è stato dei migliori: nella prima metà del primo tempo Tettenham ha ipotecato il match, mettendolo in discesa con 2 diagonali da sinistra pressoché identici, al 3’ e al 6’, e portando a +3 il distacco, con una rasoiata da fuori area al 12’. Dopo lo scossone, la Tenuta Carretta è riuscita ad entrare in partita, trovando le misure giuste, tenendo discretamente il campo e fermando l’emorragia avversaria. Il tentativo di ridurre il gap con gli ospiti si è concretizzato a 60’’ dal duplice fischio con Alferi, bravo a sfondare in area da sinistra e a mettere in rete, di piatto destro, il pallone dell’1-3 che ha mandato le squadre al riposo.

 

SECONDO TEMPO Ad inizio ripresa, complice il gol allo scadere del primo tempo, l’inerzia della partita sembrerebbe essere cambiata. I nero-verdi, infatti, sono entrati in campo decisi nel volerla ribaltare, e nelle prime 2 sortite offensive le difficoltà della difesa ospite sono state messe in luce. Gli avversari, però, non hanno regalato nulla, al contrario della Tenuta, riuscendo, anzi, a sfruttare la prima occasione della ripresa per riportarsi nuovamente a +3, dopo un flipper in area tra Lombella, Mario Di Capua e Petrazzini. La Tenuta non accusa il colpo, continuando a fare la sua gara, ma questa sera la sufficienza non basta per portare a casa punti: le occasioni non arrivano più né da una parte né dall’altra, il tempo scorre a beneficio di Tettenham che, a 7’ dalla fine, riceve anche in dono un rigore inventato, frutto di un fallo iniziato abbondantemente al di fuori dell’area. L’1-5 chiude definitivamente il match, lasciando la Tenuta Carretta, dopo 2 giornate, all’ultimo posto in classifica.

 

COSI’ NON VA Galetti, al termine della gara, non usa mezze misure: “L’impegno messo in campo dai ragazzi non è in discussione: al momento, però, questo non basta per riuscire a fare risultato e dare continuità alle prestazioni. Le assenze di sicuro pesano sull’economia della gara, così come qualche decisione discutibile del direttore di gara, ma sta di fatto che la nostra produzione di gioco deve migliorare in fretta per non perdere troppo distacco dalle squadre che ci precedono”. Alferi, autore dell’unico gol della serata, individua nell’approccio iniziale la causa della sconfitta: “Siamo entrati in campo troppo molli, regalando i primi 10 minuti agli avversari. Io ed i miei compagni dobbiamo ricordarci di mettere la giusta aggressività per tutta la gara, senza mai mollare”.

 

Guarda il tabellino >>>

Please reload

SUPER OFFERTA

STEMMA
1999-2014

MAIN SPONSOR

STEMMA
2009